Cosa Penso dei Psicofarmaci!

donna afflittaE’ ormai abitudine diffusa da parte degli “esperti”, di somministrare psicofarmaci ai pazienti che si rivolgono a essi per motivi di ansie, depressioni, attacchi di panico, etc.etc. e non solo per queste patologie gravi.

A volte ho sentito somministrarli a persone che si sentivano stanche, svogliate a fare il proprio lavoro quando in questi casi sarebbe stato sufficiente prescrivere qualche buon integratore vitaminico e qualche altro consiglio appropriato.
A parte il fatto che le droghe causano invariabilmente effetti collaterali come da bugiardini allegati,  ci sono altri effetti collaterali ben più dannosi di quelli dichiarati, del quale neanche i cosiddetti “esperti” ne sono a conoscenza. Psicofarmaci riflettere.
Per primo occorre fare una precisazione tecnica: la mente è un meccanismo che si autoprotegge se non vengono usate, droghe, elettrochoc, lobotomia prefrontale, operazioni al cervello, etc. Questo vale a dire che una volta che risolvi il problema esistenziale (il conflitto che hai con il tuo ambiente) la mente ritorna come prima, senza danni.
Con l’uso dei psicofarmaci la mente viene “sconvolta“, perde la sua integrità, e rimangono in modo permanente nel corpo alcune tracce del medicinale.
I psicofarmaci bisogna limitarsi ad assumerli per il minor tempo possibile nei casi acuti del disturbo o malattia. Altrimenti, vi concia la mente e la coscienza.
I psicofarmaci non curano. Addormentano la coscienza! E’ come farsi l’anestesia ogni giorno!
Non si può continuare a prenderli per lunghi periodi, oltre a regalare gli effetti collaterali, causano assuefazione, dipendenza, esattamente come le droghe tipo cocaina, eroina, LSD e qualsiasi altro tipo di droga.
Per problemi di Ansia si può assumere il GA-BA, un amminoacido naturale (un componente delle proteine) che ha lo stesso potere tranquillante del VALIUM, ma senza effetti di dipendenza. C’è la TIROSINA altro amminoacido il cui scopo serve nei casi di ANSIA e DEPRESSIONE, fa salire il tono della persona. La rete internet è piena di informazioni su questi prodotti.
Ci sono i Fiori di Bach per una serie di problemi dell’anima: dalla depressione, agli attacchi di panico, nervosismo, insicurezza, etc.
C’è il “magnesio supremo” per lo stress, minerale molto trascurato sopratutto in caso di stress fisico e mentale (studio, problemi quotidiani, conflitti interpersonali) impoveriscono l’organismo di questo prezioso minerale.
Ci sono molte alternative ai psicofarmaci, i psicofarmaci sono prodotti dalle case farmaceutiche che hanno molti interessi a far si che vengano usati, ma di sicuro nei loro interessi non c’è necessariamente il benessere dell’individuo.
Per capire riguardo l’origine dei problemi psichici: www.lavitaatrecentosessantagradi.it/dianeticsperimmagini.pdf

 

Lascia un Commento